CATARTICO

Il progetto CATARTICO (CATechesi in ARTe ICOnica) è nato all’interno della famiglia francescano-cappuccina del Piemonte in seguito alla riflessione sulla “Nuova Evangelizzazione”. Viene coordinato e sponsorizzato dall’Associazione Culturale Midrash a servizio dell’Ente Regolare Provincia dei Frati Minori Cappuccini del Piemonte. 

 

Si tratta di un format catechetico la cui ispirazione è giunta durante la notte di una veglia di Pentecoste nel 2015.  Si prefigge l’ambizioso obiettivo di andare oltre all’apporto nozionistico e dottrinale della catechesi di stampo più “classico” per condurre ad una vera e propria esperienza del Mistero di Dio. Gli eventi che scandiscono il calendario degli appuntamenti di Catartico declinano la grammatica dei cinque sensi all’interno di varie espressioni artistiche (canto, musica, recitazione, danza, pittura) a partire dalla Parola di Dio. L’intento non è quello di costruire uno spettacolo di professionisti, quanto di dare vita ad una generazione di adoratori che con la loro arte ci ricordino quanto sia “spettacolare” la fede nel Dio di Gesù Cristo. 

 

Oltre al filone delle catechesi in arte, il progetto di Catartico si articola anche su quello della proposta di alcuni spettacoli teatrali parte del cartellone del Teatro Cardinal Massaia di Torino. L’intento di questa scelta è quello di raccontare e promuovere il Bello che fa Bene attraverso alcune rassegne sul sacro: “Mi illumini d’immenso" (2012-13) “Con occhi nuovi” (2013-14), “Storie” (2014-15), “Catartico” (2015-16; 2016-17; 2017-18; 2018-19; 2019-2021; 2020-2021). Con la consapevolezza che raccontare l'uomo è anche sempre raccontare Dio, negli anni tra le proposte in cartellone abbiamo ospitato “Il registro dei Peccati” (con Moni Ovadia), “Nel mare ci sono i coccodrilli. La vera storia di Enaiatollah Akbari" (con Christian di Domenico), “Io madre di mia madre” (con Daniela Poggi) e “Nudi. Le ombre della violenza sulle donne” (con Monica Morini e Bernardino Bonzani). La compagniaTeatro Minimo è stata più volte protagonista della nostra rassegna, ad esempio con gli spettacoli “Sono Stato”, per onorare le giornate della legalità ascoltando il racconto delle storie di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, e “Etty Hillesum” e “Invasione di Campo” in occasione della Giornata della Memoria. Non abbiamo trascurato anche una selezione di opere più leggere, grazie a commedie riflessive come “Manalive. Uomovivo” (di Gilbert Keith Chesterton e a cura di Giampiero Pizzol e Compagnia Bella) e “I re Marci” (di Alberto Salvi). Oltre alla collaborazione con vari artisti del territorio piemontese, ricordiamo anche la partnership con ADONAI Danza di Cristina Viotti. 

 

Tra i principali obiettivi di Catartico emerge la forza performativa della sana aggregazione, in una cultura della condivisione attorno a valori profondicapaci di far riunire in quel racconto sull’uomo in dialogo con la Trascendenza, che sfida a Rinascere dall’alto. L’esortazione, ripresa dal Vangelo di Giovanni, è divenuta il sottotitolo dell’iniziativa per percorrere le strade della vita senza trascurare l’aspetto spirituale: un percorso a tutti gli effetti “catartico” perché, attraverso il connubio tra arte e spirito, si possa costruire un viaggio di catarsi per uno stile di vita buono. Il progetto è pensato per un pubblico vasto ed eterogeneo, perché capace di parlare ai giovani come agli adulti.  

 

L’Ente Regolare Provincia dei Frati Minori Cappuccini del Piemonte, in consonanza ai valori di solidarietà e carità e agli scopi no-profit, desidera portare avanti anche progetti di sviluppo e potenziamento culturale e sociale sui territori in cui è presente la fraternità. L’attenzione ai più poveri e il desiderio di curare sempre più e meglio la fascia giovanile della popolazione sono al centro di questi obiettivi. Il polo culturale che presso il Teatro Cardinal Massaia si dimostra perciò essere una possibilità concreta non solo per il quartiere di Madonna di Campagna, bensì per tutta la città di Torino.  

 

Il cuore di Catartico sono gli eventi di catechesi in arte e gli spettacoli teatrali, ma il percorso di rinascita dall’alto non finisce qui: per chi è interessato ad un cammino più variegato e costante, il progetto di catechesi si articola in diverse altre forme. 

 

Gli incontri di formazione del venerdì sera permettono l’approfondimento e la condivisione delle tematiche che verranno affrontate durante gli eventi artistici in teatro. Grazie alle adorazioni, una domenica al mese c’è la possibilità di dedicare un’ora alla lode, alla preghiera di intercessione e al canto di ringraziamento, in pieno stile Catartico. Per chi volesse continuare la riflessione anche durante altri momenti della propria giornata, podcast e video su YouTube a cura dell’equipe di Catartico garantiscono di non rimanere mai soli. 

 

Vorresti partecipare o saperne di più? Contatta Fra Marco Costa all’indirizzo e-mail marcosta80@gmail.com o al numero di telefono 3772314420.

                              Segui CATARTICO anche su 

  • Facebook Social Icon